Pensioni: in arrivo le norme per il cumulo gratuito

Share

Pensioni: in arrivo le norme per il cumulo gratuito

Si potranno sommare i contributi versati in tutte le casse previdenziali, gratuitamente e senza limiti.

Il presidente dell'Inps ha anticipato l'arrivo ufficiale della circolare attuativa relativa alla novità per le pensioni del cumulo contributivo, specificando che si tratta di una possibilità che varrà anche per gli iscritti alle casse di previdenza dei professionisti.

Inoltre, si aggiunge che nella seduta del 20 luglio 2017 della XI Commissione della Camera, il Sottosegretario Massimo Cassano ha risposto all'interrogazione n. 5-11739 (Gnecchi) relativa alle circolari applicative delle disposizioni della legge di bilancio per il 2017 in materia di "Ape" sociale e di salvaguardia rispetto all'applicazione dei requisiti di accesso al pensionamento di cui al decreto-legge n. 201 del 2011, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 214 del 2011. Nei giorni scorsi il presidente dell'Inps Tito Boeri ha annunciato che il documento è stato predisposto dall'istituto previdenziale sulla base delle specifiche indicazioni fornite dal ministero del Lavoro sentite le Casse dei professionisti ed è stato poi rinviato al ministero per l'approvazione che lo renderà operativo.

Anche la medaglia delle pensioni ha due facce: da un lato quella dei beati, che grazie ai loro diritti acquisiti, e quindi intoccabili, possono dormire sonni tranquilli, dall'altra quella dei dannati.

LE NOVITÀ - Già dall'entrata in vigore della legge di Stabilità 2013 i lavoratori possono scegliere, oltre all'onerosa ricongiunzione, anche tra totalizzazione e cumulo, istituti entrambi gratuiti, ma con alcune differenze. Complessivamente la pensione anticipata in rosa, nel periodo compreso tra il 2016 e il gennaio 2017, è stata erogata a 18.743: di cui sono del settore privato 14.083 e del settore pubblico 4.660.

Per effetto delle novità che diventeranno operative con la pubblicazione della circolare Inps, si potrò utilizzare il cumulo gratuito dei contributi anche per andare in pensione anticipata, ovvero dopo aver versato 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e a 41 anni e 10 mesi per le donne, a prescindere dall'età. Questo significa che ogni gestione calcolerà la pensione maturata applicando le proprie regole e tenendo conto della quota di contributi versata.

La richiesta per il cumulo gratuito dei contributi andrà presentata rispettando le regole fissate nella circolare INPS.

"Anche gli immigrati erano presenti nella giornata internazionale dell'immigrato - conclude l'Usb - per sancire una verità, ossia che lavorano e versano i contributi al pari dei lavoratori italiani in questo modo contribuendo al pagamento delle attuali prestazioni previdenziali, ma correndo il rischio, cambiando residenza, di non poterla percepire al momento della cessazione dell'attività lavorativa".

Chi nel frattempo aveva fatto richiesta del ricongiungimento dei contributi può presentare la domanda di rimborso entro il 31 dicembre.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.