Nazionale, con la Macedonia prove di 3-4-3: spazio per Verdi e Insigne

Share

Nazionale, con la Macedonia prove di 3-4-3: spazio per Verdi e Insigne

Nella testa del ct azzurro Gian Piero Ventura c'è una tentazione chiamata Simone Verdi: alla seconda vera convocazione in nazionale, stage a parte, il fantasista rossoblù potrebbe vivere l'emozione del debutto dal primo minuto nella gara per le qualificazioni mondiali in programma venerdì a Torino contro la Macedonia. Ecco allora che la soluzione più sensata per Ventura sarebbe quella di disegnare la sua Italia con un terzetto offensivo basandosi sul 4-3-3 o sul 3-4-3 e qui entra in gioco proprio Simone Verdi che si è evoluto anno dopo anno mostrando una spiccata propensione al gioco sull'esterno piuttosto che nelle zone centrali del campo. "Con il Napoli abbiamo perso, ma disputando una buona partita, siamo stati gli unici a portare via punti all'Inter che ha pareggiato con noi e per il resto ha sempre vinto, con il Torino è stata una partita difficile, ma alla fine è arrivato un buon punto".

Ventura al suo posto ha convocato Bryan Cristante, centrocampista dell'Atalanta che vive un gran periodo di forma e ieri ha anche segnato il pareggio contro la Juventus. Mi chiedete se pensiamo all'Europa?

Infine Verdi chiarisce quale sia il suo ruolo: "Sono principalmente un esterno d'attacco, ma credo che per un giocatore sia indispensabile mettersi a disposizione del mister". Nonostante l'impegno limitato al campionato, a livello di minutaggio però Verdi si colloca al secondo posto alle spalle del napoletano con 608′ impreziositi da un assist ed un gol ovvero un bottino più importante di quello dell'interista che di fatto è il vero avversario nella corsa ad una maglia.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.