MPS, morte Rossi: "a Siena tutti sanno che non fu suicidio"

Share

MPS, morte Rossi:

"Perché la magistratura potrebbe anche avere abbuiato tutto perché scoppia una bomba morale". Chi andava in queste feste?

Le dichiarazioni sono quelle rilasciate dall'ex primo cittadino di Siena Pierluigi Piccini, dapprima alle Iene e quest'oggi sulle pagine del Corriere della Sera. E sulla notizia-bomba delle orge a base di droga alle quali avrebbero partecipato anche magistrati, si limita a spiegare di aver "solo riportato voci che mi ha raccontato qualcuno, mi sembra un avvocato romano, e anche queste circolano da tempo in città". Ci andava qualche personaggio nazionale?

L'ex sindaco Piccini racconta da dove scaturiscano tutti i suoi dubbi: "Aveva ferite compatibili con una colluttazione, dalla finestra è caduto in modo innaturale e il suo orologio pare sia stato gettato giù mezz'ora dopo, sette fazzoletti sporchi di sangue sono stati trovati nel suo studio senza che nessuno abbia analizzato il dna e adesso sono stati distrutti. Che lui avesse un particolare anche, come dire, appeal all'interno della banca e potesse indirizzare dei finanziamenti, questo sì". "Non aveva un problema di lavoro, assolutamente".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.