Moggi: "Bonucci? Vittima di se stesso"

Share

Moggi:

Strano per uno che quando è stato ingaggiato dal Milan era stato indicato come elemento di carattere e di grinta assoluta. L'ex Juventus sembra aver perso lo smalto che lo aveva fatto scalare in breve tempo la "classifica" dei migliori difensori al mondo.

In controtendenza con le aspettative dei più, ritrovando due storici compagni come Barzagli e Chiellini (almeno per i primi 45') nella difesa a 3 della Nazionale scesa in campo ieri contro la Macedonia, Bonucci ha trovato qualche difficoltà anche con elementi a lui ben più noti rispetto a Romagnoli e Musacchio nella nuova retroguardia rossonera. Quando non si è nella condizione mentale giusta si può sbagliare tutto.

Una bella delusione, per tutti coloro che si aspettavano un Leonardo Bonucci rinfrancato, stimolato e ormai maturo con il trasferimento dalla Juventus al Milan e l'assegnazione anche della fascia da capitano. Credo che sia vittima di se stesso, ha parlato molto prima di andare al Milan. "Sono deluso - ha detto ancora il difensore juventino - perché era importante vincere, anche se non si era stati bellissimi. Al Milan giocano con il 4-4-2, Leonardo è il capitano di un gruppo che fa confusione e non gioca di squadra".

AMMISSIONE E ATTESA - Rendimento sottotono che dunque, indipendentemente da squadra o interpreti al proprio fianco, per Bonucci continua ad essere una spiacevole conferma, in attesa di quella scintilla che possa finalmente far sbloccare il centrale rossonero.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.