Mafia: arrestato 're detersivi', investigatori 'clima di omertà'

Share

Mafia: arrestato 're detersivi', investigatori 'clima di omertà'

Gli investigatori hanno anche accertato "la connivenza" dell'amministratore giudiziario del centro commerciale, Luigi Antonio Miserendino, "in violazione del vincolo fiduciario che lo legava all'autorità giudiziaria" e "alcune condotte estorsive perpetrate all'interno del centro commerciale da Pietro Felice e Antonino Scrima, quest'ultimo dipendente di una società in amministrazione giudiziaria" che operava nel centro commerciale. Il reato è quello di intestazione fittizia di beni. La sezione misure di prevenzione del tribunale di Palermo, lo scorso marzo, aveva confiscato il patrimonio del commerciante nella distribuzione dei detersivi, ritenuto vicino al clan mafioso di San Lorenzo-Tommaso Natale.

Ferdico fu processato per concorso in associazione mafiosa e riciclaggio, ma venne assolto.

Continuava a gestire la sua azienda, nonostante fosse stata confiscata. Il tribunale, oltre alla confisca del patrimonio gli ha imposto la misura personale della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza.

"All'ascesa imprenditoriale di Ferdico - scrivono i magistrati - risulta associata la costante capacità di meritare la fiducia di numerosi esponenti di spicco della consorteria tanto da inserirsi a pieno titolo tra i riciclatori del denaro di una delle famiglie mafiose più radicate nel tessuto economico della città come quella dell'Acquasanta". Nel provvedimento si definiva l'imprenditore "socialmente pericoloso" e gli si imponeva la sorveglianza speciale per tre anni e sei mesi.

Continuavano a gestire il centro commerciale in amministrazione giudiziaria in quanto confiscato alla mafia. Secondo l'accusa avrebbe consentito al commerciante di continuare a controllare uno dei centri commerciali confiscati che era stato affittato proprio dall'amministrazione giudiziaria a un prestanome del re dei detersivi. Per questo Giuseppe Ferdico, noto imprenditore siciliano conosciuto come il "re dei detersivi", questa mattina è stato arrestato dai militari della Guardia di finanza del Nucleo di Polizia Tributaria di Palermo.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.