Liste Sicilia,"errore" in moduli.E'caos

Share

Dalle nove di oggi sono aperti gli uffici elettorali, ma l'errore nel modello di accettazione delle candidature predisposto dalla Regione siciliana rischia di creare molti problemi alla macchina organizzativa delle cancellerie delle Corti di Appello in Sicilia. Secondo quanto denuncia Massimo Costa, leader degli indipendentisti del movimento "Siciliani liberi", c'è un errore: un riferimento a una legge ormai abrogata e quindi non più in vigore.

Il termine per la presentazione delle liste con i candidati all'Assemblea scadrà domani alle 16. Riguardo all'incandidabilità non si cita la legge del 2012, ma una norma del 1990, superata dalla Severino. Nella vecchia norma, quella citata nella modulistica, non sono previsti come causa di incandidabilità alcuni reati che invece sono contemplati nella legge Severino, che è più restrittiva.

"I moduli di accettazione dei candidati sono conformi alla legge regionale 29 del '51, noi siamo in Sicilia e dunque applichiamo la nostra norma".

"La Legge Severino deve essere recepita anche in Sicilia che e' a Statuto speciale", spiega ancora Lantieri.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.