Ius soli: 10 eurodeputati dem aderiscono a sciopero fame

Share

Ius soli: 10 eurodeputati dem aderiscono a sciopero fame

Così il discusso provvedimento è finito nel dimenticatoio. Peccato che i grandi media non lo dicano. "Perché non mettere la fiducia su una legge importante per il futuro di 800mila bambini come lo ius soli"? - lo dichiara Andrea Iacomini Portavoce Unicef Italia. Non abitano neppure città proprie, né usano una lingua particolare, ... ma testimoniano uno stile di vita mirabile...

Guardiamo la cordialità e la normalità delle loro relazioni e capiremo che lo "Ius soli" è per tutti noi. Per Maraio "parlare d'integrazione senza una legge che accolga anche nel diritto i tanti ragazzi che nascono e vivono nel nostro paese diventa un paradosso".

"C'è veramente poco tempo per approvare la riforma della cittadinanza". A tale proposito, Antonio Rotondo lancia un invito alla deputazione della provincia di Siracusa, affinchè sostenga il percorso che deve portare alla discussione ed all'approvazione della legge. E' da irresponsabili predicare un'ulteriore facilitazione della concessione della cittadinanza in un momento storico in cui l'Italia è soggetta ad un'immigrazione senza criteri e senza controlli, che non viene governata in alcun modo né da Roma né da Bruxelles.

Lo Ius soli culturae riguarda il sistema scolastico italiano: potranno chiedere la cittadinanza italiana i minori stranieri nati in Italia o arrivati entro i 12 anni che abbiano frequentato le scuole italiane per almeno cinque anni e superato almeno un ciclo scolastico (ovvero le scuole elementari o medie). All'iniziativa hanno già aderito più di 800 insegnanti e un centinaio di parlamentari tra deputati e senatori, per richiedere che venga approvata una legge definita "di civiltà".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.