Italia, come previsto, in Lega A — UEFA Nations League

Share

Italia, come previsto, in Lega A — UEFA Nations League

Con un comunicato sul suo sito ufficiale, la Uefa ha confermato la griglia di partenza del torneo e le squadre che compongono le Leghe, denominate A, B, C e D. La divisione avviene in base al ranking e con la vittoria di ieri (inutile ai fini della qualificazione ai Mondiali), l'Olanda ha acciuffato l'ultimo posto della fascia più alta. Sostanzialmente il torneo andrà a sostituire quasi interamente il calendario delle amichevoli, senza intaccare però le normali qualificazioni agli Europei.

La UEFA ha ufficiazlizzato la composizione delle 4 divisioni in cui sono suddivise le 55 nazioni che parteciperanno alla Nations League, nuovo torne o che partirà dal 2018 e mette in palio 4 posti per Euro 2020.

Le quattro vincitrici dei gironi della Lega A disputeranno la fase finale a giugno 2019 per determinare la prima vincitrice della UEFA Nations League.

Lega A: Germania, Portogallo, Belgio, Spagna, Francia, Inghilterra, Svizzera, Italia, Polonia, Islanda, Croazia, Olanda. Le prime 4 della Serie B non accedono a una fase finale, come nel primo caso, ma sono promosse in Serie A.

Le 4 ultime retrocedono, invece, in Lega B dove attualmente si trovano: Austria, Galles, Russia, Slovacchia, Svezia, Ucraina, Repubblica d'Irlanda, Bosnia-Erzegovina, Irlanda del Nord, Danimarca, Repubblica Ceca, Turchia.

Altre due Leghe, Serie C e Serie D, terminano la composizione del torneo.

Il 24 gennaio a Losanna il sorteggio della fase a gironi, prima giornata il 6-8 settembre, l'ultima il 18-20 novembre 2018. Anch'esse saranno divise in 4 gironi e anche per loro valgono le regole di promozione e retrocessione. Infatti le prime 4 di ogni Lega, non qualificate all'Europeo successivo secondo le competizioni già esistenti, si giocheranno la possibilità di andare al playoff per l'Europeo.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.