IPhone X? Chi ci guadagna è Samsung

Share

IPhone X? Chi ci guadagna è Samsung

Il solo display infatti porterebbe nelle tasche dell'azienda coreana 110 dollari a pezzo, una parte consistente del prezzo finale del nuovo gioiello (termine non usato a caso) di casa Apple. Dopotutto è questo lo smartphone che disegna una linea di demarcazione tra il passato e il futuro di Apple.

L'iPhone X esce oggi 3 ottobre, e cresce l'attesa riguardo le sue prestazioni alla prova dei fatti. Mano a mano, Apple si è rivolta ad altri produttori, cercando di alleggerire gli ordini a Samsung.

Trattandosi di due aziende che competono nello stesso segmento di mercato, ci si aspetterebbe che le rispettive strategie di Samsung e Apple fossero rivolte a cercare di vendere più smartphone rispetto alla controparte. D'altro canto in Corea hanno di che fregarsi le mani: dai componenti venduti all'azienda di Tim Cook si stima che Samsung guadagnerà 4 miliardi di dollari più di quanto realizzerà producendo componenti per Galaxy S8. La potenza sprigionata da tale sezione va a supporto di un segmento multimediale decisamente impegnativo: il display, fabbricato dalla Sharp e inserito tra bordi di appena 1 mm, è di 5.99 pollici, con risoluzione FullHD+ (2160 x 1080 pixel), grazie al rapporto di forma a 18:9, ed è affiancato da una selfiecamera da 13 megapixel, fornita da Samsung: sempre del manufacturer sudcoreano è anche la più piccola delle due fotocamere posteriori, da 5 megapixel (per gli effetti di profondità), laddove quella più grande è una Omnivision da 13 megapixel. Stando alle previsioni degli analisti del Wall Street Journal, l'iPhone X dovrebbe raggiungere più o meno le 130 milioni di unità spedite a 20 mesi dalla disponibilità, che comincerà a inizio novembre (metà mese per gli altri mercati). Stando a quanto riferito, la società ricava 202 dollari per ogni S8, ma sono previste 50 milioni di unità vendute. Anzitutto, il punto di partenza sarà il Samsung Galaxy S9, il cui arrivo è previsto per la primavera del 2018.

Share


© . Tutti i diritti riservati.