Impronte digitali: non sono uniche e non garantiscono certezza giuridica

Share

Impronte digitali: non sono uniche e non garantiscono certezza giuridica

In una parola, non sono affidabili più al cento per cento. I detective dovranno inventarsi altri metodi. Secondo il rapporto, infatti, non esistono evidenze sufficienti per affermare che le impronte siano uniche per ciascun individuo.

Le impronte digitali potrebbero non essere più il metodo infallibile per individuare una singola persona.

Il rapporto rischia di distruggere una delle certezze della scienza forense e non solo americana.

Nel documento si legge che le tecniche per analizzare le impronte digitali "latenti", cioè quelle visibili, lasciate dai polpastrelli, non rivelano un metodo univoco per associare un corredo di impronte a una persona e non ci sono dati sufficienti per sapere quante persone possono disporre di impronte simili tra loro.

In linea di principio, ha aggiunto, "i sistemi che le analizzano servono a identificare la persona che ha lasciato il suo segno sulla scena del crimine", ma l'esame delle tecniche per analizzare le impronte digitali nascoste, dimostra che "non esiste un metodo scientifico per stimare il numero di persone che condividono le caratteristiche di una impronta digitale, e inoltre non si può escludere l'errore umano durante il confronto". Di conseguenza, non è possibile associare le impronte a un unico individuo "con una precisione del 100%".

Per decenni gli investigatori di tutto il mondo hanno considerato affidabili e "praticamente certe" le prove emerse dalle impronte digitali latenti prelevate dalle scene del crimine e poi confrontate con quelle appartenenti a fonti identificate. Attualmente, infatti, al contrario di quanto si crede, c'è il rischio che un innocente possa essere ritenuto un criminale solo perché ha le sue stesse impronte digitali. Entrambe, ha detto l'esperto, sono chiare e non resta che fotografarle e confrontarle con quelle già in archivio, con sistemi di confronto che non lasciano dubbi. "Per rivelarle - aggiunge - bisogna evidenziarle, e per farlo si usano vari metodi: di solito si usa cospargere la superficie con polveri di argento o alluminio, che creano una reazione chimica che mette in evidenza l'impronta".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.