Fermati in aeroporto con una valigia piena di uccelli morti

Share

Fermati in aeroporto con una valigia piena di uccelli morti

Otto cittadini italiani, residenti nelle province di Bergamo e Vicenza, sono stati denunciati e ora dovranno rispondere dell'accusa di detenzione di specie particolarmente protette. Il carico illegale è stato scoperto nei giorni scorsi durante alcuni controlli effettuati all'aereoporto di Orio al Serio.

Le fiamme gialle hanno sequestrato "1.119 tra pispole, voltulini, tottovilli, lucherini, ballerine, fanelli, cardellini e strillozzi - si legge su Giornaledibrescia.it -". I cacciatori sono accusati di averli abbattuti illegalmente, gli uccellini trovati appartengono a specie protette, e di averli importati di frodo in Italia. L'operazione è stata condotta dai carabinieri forestale del SOARDA (Sezione Operativa Antibracconaggio e Reati in Danno degli Animali) e svolta in collaborazione con l'Agenzia delle Dogane e Monopoli e con la locale Compagnia della Guardia di Finanza.

L'importazione e l'esportazione delle specie in via di estinzione non è una novità, specialmente in italia e, hanno precisato i finanzieri: "Si tratta di un traffico decisamente fiorente dopo quello della droga, delle armi e della tratta degli esseri umani".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.