Dovizioso: "Motegi è una pista speciale. Titolo? Ce la giocheremo"

Share

Dovizioso:

"Siamo pronti a giocarcela fino all'ultimo".

Punto di vista privilegiato sulla questione, quello di Alessio Salucci, per tutti "Uccio", storico amico e braccio destro di Valentino Rossi, nonché responsabile della Vr46 Riders Academy del pesarese, che prima di partire per il Giappone, dove questo fine settimana si disputerà il primo dei tre Gp di fila del trittico del mondiale, ha analizzato la stagione di Valentino, a partire dagli allenamenti off road che, nonostante i due infortuni rimediati da Rossi quest'anno, resteranno nella routine del Dottore.

I recenti risultati hanno dimostrato che la Ducati è competitiva. Per ben cinque volte è scattato dalla pole position, due delle quali conquistate con la classe Regina. Se li aggiungiamo ai 208 che ha ora, il ducatista arriverebbe a 275, uno in più rispetto ai 274 che toccherebbero a Marquez se ripetesse i risultati del 2016.

Valentino Rossi e' pronto per scendere in pista a Motegi. Mi piace molto la pista e sono lieto di essere qui.

"Per le prossime gare dobbiamo cercare di lavorare ancora di più del solito e farlo con grande motivazione, anche se non sarà facile colmare il divario che c'è tra me ed il leader del campionato".

Situato in una zona montagnosa, il circuito giapponese di Twin Ring Motegi comprende un ovale di 2,5 chilometri e una pista classica che misura 4,8 chilometri. "Per questo spero di fare un buon lavoro e di poter raccogliere più punti possibile per il campionato, perché è fondamentale per continuare a lottare per il titolo" ha detto Maverick, che lo scorso anno con la Suzuki era riuscito a centrare il gradino più basso del podio.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.