Candidati Pallone d'Oro: sfida "italiana" Mertens contro Dzeko

Share

Candidati Pallone d'Oro: sfida

Non in molti si sarebbero aspettati una scorsa stagione di così alto livello dai due: Dzeko veniva da un'annata difficile sottoporta, e Mertens, probabilmente, prima punta non sapeva di esserlo. Ma non paragonatelo a Diego Armando Maradona, a detta dello stesso attaccante belga nell'intervista al Guerin Sportivo: "Maradona è una leggenda". A me fa piacere, ma ho tanto rispetto: Maradona è una leggenda e ha fatto la storia del pallone, il mio livello è un altro. "Io sono Dries, voglio pensare al mio gioco ed aiutare la squadra il più possibile".

Mertens è follemente innamorato della piazza partenopea: "Qui a Napoli il calcio è incredibile, la gente lo segue in maniera pazzesca: mi piace molto il modo di vivere". Amo il mare, il clima, amo tutto. "Milik? Ha avuto una sfortuna incredibile, siamo tutti con lui".

Ad accorgersi di queste strepitose prestazioni sono stati anche i grandi club europei che in estate erano decisi a strappare il fenomeno al club di Aurelio De Laurentiis: il legame alla città e la sensazione positiva da parte di tutto l'ambiente napoletano mai come quest'anno sicuro dei propri mezzi in merito alla conquista del tricolore, hanno tenuto Ciro Mertens - come ribattezzato dai suoi tifosi - all'ombra del Vesuvio per un'ulteriore stagione. La Roma è forte e fa sempre grandi partite. Mister Maurizio Sarri si è ritrovato a fare di necessità virtù spostando il fenomeno belga dall'esterno, fino a quel momento più riserva che titolare, al centro dell'attacco azzurro.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.