Calenda: "Su Bankitalia è stato un incidente"

Share

Calenda:

Per Calenda il punto centrale è "come lo si fa".

Ora arrivano le parole di Gentiloni che cerca di abbassare i toni sulla questione: "Il rapporto tra Governo e partito di maggioranza relativa sono fondamentali e ottimi in generale, poi (su Bankitalia, ndr) decidiamo avendo in mente quell'obiettivo lì (l'autonomia, ndr), non è una decisione di buona creanza, l'autonomia è rilevante perché è importante in sé per i mercati, deve stare a cuore alle autorità di governo, in modo particolare perché abbiamo alle spalle le difficoltà del nostro sistema bancario".

Il premier inoltre conferma "piena fiducia" in Maria Elena Boschi, che secondo alcune ricostruzioni non lo avrebbe informato per tempo della mozione Pd per chiedere discontinuita' alla guida dell'istituto.

Il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, è favorevole allo scorporo e quotazione della rete Telecom e non ritiene necessario un intervento della Cdp. "Benissimo gli investitori internazionali, ma che ci trattino come una colonia se lo possono scordare", ha concluso il ministro.

Sul fronte opposto interviene Silvio Berlusconi che accusa: "Certamente Bankitalia non ha svolto il controllo che ci si attendeva".

Calenda parla di "incidente" per riferirsi all'affaire 'mozione del Pd contro Bankitalia' che sta scuotendo il governo e la replica di Orfini è immediata. "L'ho anticipata perché se andiamo incontro a un periodo di instabilità politica voglio che il Governo, anche in ordinaria amministrazione abbia tutti i poteri per intervenire, ed evitare che ci si mangi il Paese a pezzetti", ha spiegato ancora Calenda, sottolineando che il potenziamento della golden power "viene da battaglie europee fatte con Macron".

"Il Parlamento che esprime una valutazione non è "un incidente".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.