Terrorismo, prime 3 condanne in Liguria per sostegno all'Isis

Share

Terrorismo, prime 3 condanne in Liguria per sostegno all'Isis

È finito così - con tre condanne e un'assoluzione - il processo a carico della cellula jihadista smantellata dai carabinieri del Ros tra il Milanese e la Liguria lo scorso 27 ottobre.

I tre, accusati di far parte di una cellula terroristica che operava tra Liguria e Lombardia, secondo l'accusa agivano come reclutatori mettendo in contatto aspiranti attentatori con membri del Califfato in Iraq e Siria.Oltre 150 i messaggi analizzati, tra quelli che si scambiavano attraverso la piattaforma Telegram.

Il giudice per l'udienza preliminare Roberta Bossi ha disposto l'espulsione dall'Italia, al termine dell'espiazione della pena, per i tre presunti jihadisti- Il magistrato li ha anche condannati al pagamento di una provvisionale totale di 300 mila euro alla presidenza del Consiglio dei ministri e al ministero degli Interni che si erano costituiti parte civile. Sei anni di carcere sono stati comminati ad un cittadino algerino di 34 anni. Stessa condanna per Hossameldin Abdelhakin, egiziano di trentasei anni. Nessuna decisione per Hosny Mahmoud El Hawary Lekaa, egiziano 31enne. Il fratello faceva il pizzaiolo a Finale Ligure. "Leeka, che viveva a Borghetto S.Spirito venne arrestato a Genova mentre tornava da un viaggio nel suo paese".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.