Smart Vision EQ Fortwo: la mobilità del futuro sarà autonoma e condivisa

Share

Smart Vision EQ Fortwo: la mobilità del futuro sarà autonoma e condivisa

Grazie all'intelligenza collettiva e alla guida autonoma, smart vision EQ fortwo inaugura una nuova era del car sharing: gli utenti non devono cercare la prima auto che si libera, poiché sarà questa a trovarli e ad andare a prenderli direttamente nel luogo desiderato.

In occasione del Salone di Francoforte, Smart ci regala un'interessante idea su come potrebbe essere la mobilità del futuro nella grandi aree metropolitane. EQ come la famiglia elettrica voluta da Daimler per i suoi prossimi prodotti mossi da batterie.

Tra le caratteristiche tecniche del prototipo ci sono una batteria agli ioni di litio da 30 kWh che può essere ricaricata in modalità wireless, ovvero senza l'uso di un connettore fisico. Con la Smart vision EQ fortwo stiamo dando un volto ai temi con cui Mercedes descrive la visione del futuro della mobilità contenuta nella strategia CASE.

Qualche giorno fa smart ha pubblicato su instagram una foto che del nuovo concept a guida autonoma. Da sola va a prendere la persona che l'ha "chiamata" (nella foto sopra) e la porta a destinazione, senza che l'occupante debba fare nulla, infatti non c'è nemmeno il volante (foto qui sotto). A cominciare dalle portiere che si aprono verticalmente e ruotano intorno all'asse posteriore per contenere gli ingombri negli stretti spazi cittadini.

La nuova concept di Smart ha le stesse dimensioni della city car di Stoccarda, mentre è decisamente inedita la carrozzeria con un insolito sviluppo sferico della cella di sicurezza Tridion, avvolta da una grande superficie vetrata che propone parabrezza, tetto e lunotto in un unico elemento senza soluzione di continuità. Lunga 2,69 metri, alta 1,53 e larga 1,72. La vettura è dotata di guida autonoma ed è dotata di numerosi schermi che le permettono di comunicare con l'ambiente esterno.

"Niente volante. All'interno, la EQ fortwo offre un'unica seduta per due passeggeri, separati da una console-bracciolo centrale a scomparsa, e una plancia senza pulsanti occupata da un unico schermo touch da 24" in grado di visualizzare tutte le funzioni, gli interessi e le preferenze personali degli utenti. La Smart Vision EQ sarebbe proprio questo: non un'auto da comprare, né da guidare, ma un servizio di mobilità, una sorta di taxi senza tassista.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.