Punto da zanzara infetta, caso nelle Marche Ricoverato all'ospedale dopo una vacanza

Share

Punto da zanzara infetta, caso nelle Marche Ricoverato all'ospedale dopo una vacanza

Il caso di Chikungunya verificatosi nelle Marche è molto probabilmente correlato con l'epidemia in corso nel Lazio, dove la situazione è costantemente monitorata dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, che proprio ieri ha pubblicato un documento in cui consiglia alle persone che viaggiano nelle zone interessate dal virus di prendere alcune precauzioni, come indossare vestiti che riducano il più possibile la pelle potenzialmente esposta alle punture e utilizzare i repellenti contro le zanzare. Il paziente, guarito, è stato già dimesso.

Accertati altri 20 casi - La Regione Lazio, intanto, in una nota ha ufficializzato che "sono 47 i casi accertati dal Servizio Regionale di Sorveglianza Malattie Infettive ad oggi di Chikungunya, 20 nuovi rispetto al bollettino rilasciato ieri".

Per ora il fabbisogno è assicurato dalle sacche inviate da altre regioni. Si tratta, informa il comune, del primo di tre interventi di disinfestazione previsto in seguito alla manifestazione in citta' di un caso sospetto del trasmesso da zanzare del genere Aedes, la cosiddetta zanzara tigre. È stato inoltre attivato il centro di riferimento entomologico dell'Istituto Zooprofilattico Umbria Marche per effettuare la cattura di zanzare adulte e verificare i focolai larvali con lo scopo di verificare l'efficacia delle misure messe in atto e monitorare la presenza delle zanzare. Tuttavia non viene escluso che nei prossimi giorni possono essere diagnosticati ulteriori casi.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.