Perché ci siamo dimenticati del salario minimo?

Share

Le proposte di pensioni di garanzia per chi ha il contributivo e di riduzione dei requisiti per le donne rientrano in "un dibattito surreale" perché nascono dopo la "presa d'atto che ci sono aree di enorme difficoltà sul mercato del lavoro per i giovani e per le donne".

"Il presidente dell'Inps Tito Boeri ogni giorno dispensa i suoi giudizi intervenendo a tutto campo sui temi più disparati, con particolare riguardo verso quei temi oggetto della trattativa col governo, a partire dal suo cavallo di battaglia: come ridurre la pensione a quanti l'hanno ottenuta col sistema retributivo ricalcolandogliela con il sistema contributivo" commenta in una nota Romano Bellissima, segretario generale Uil pensionati. E' "bene che la legge di bilancio si impegni su questo obiettivo". Cifre ufficiali non può darne - "Siamo vincolati alla riservatezza" - ma "ci sono effetti importanti" su un debito che "stiamo lasciando alle generazioni future". Gli sgravi contributivi ai giovani neoassunti li considera "efficaci se sono significativi e visibili". Dalla revisione dei vitalizi, aggiunge, "fra parlamentari e consiglieri regionali, si possono trovare 150 milioni". Il Sole 24 ORE si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l'ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. "Se volessimo fare ricalcoli precisi sui contributi versati, non potremmo", ha sottolineato ancora una volta Boeri. Come il nostro Paese, in Europa, sono solo 5 gli Stati che non contemplano il minimo salariale e si tratta di Danimarca, Cipro, Austria, Finlandia e Svezia. "Le imprese che investono in formazione, per esempio, possono aver diritto a una decontribuzione più forte", insiste il numero uno dell'Inps. Boeri ha spiegato che "il costo amministrativo" per gestire l'Ape sociale "e' pari al lavoro a tempo pieno per un anno di 225 funzionari con laurea magistrale". Per Boeri non ci sono dubbi: no alle news sulle pensioni che aumentano i costi per lo Stato e sì a misure che migliorino le politiche sull'occupazione, soprattutto di giovani e donne.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.