Milik in conferenza: "Sono pronto a giocare, dipende solo dal tecnico"

Share

Milik in conferenza:

"Marek sta bene, arriva da una stagione intensa con qualche infortunio ma è sereno". La possibilità di vedere Mertens e Milik in campo insieme c'è, ovviamente con Callejon. Non so se giocherò domani ma conta il gruppo, non il singolo. Questa è l'ultima cosa che sto pensando, il prossimo anno è l'ultima preoccupazione. "Qui c'è da pensare partita per partita, non a giugno". Sono decisioni dell'allenatore e noi non possiamo far altro che rispettarle: tuttavia è anche un o' deprimente uscire dopo un'ora di gioco. La squadra ci costringerà a difendere bassi, ci metterà in grande difficoltà e può venire fuori una gara che ci consentirà opportunità e dovremo essere bravi. "Dite che vi ho abituato a cambiare pochissimo perché siete prevenuti: l'anno scorso ho utilizzato 24 giocatori e siamo stati una delle squadre che ne ha utilizzato di più". Il girone poi è molto difficile, abbiamo preso la squadra migliore della quarta fascia e c'è il Manchester City. "Dunque, partire con il piede giusto sarà fondamentale".

Le dichiarazioni di Martin Petras, procuratore del giocatore, non rappresentano certamente un attacco alla gestione del tecnico, ma sono comunque parole da tenere d'occhio, specie perché ad averle pronunciate è stato il portavoce del capitano del Napoli, nonché uno dei calciatori più importanti della rosa. "Non sono molto soddisfatto di quanto visto nelle ultime due gare, le abbiamo messe a posto ma così in futuro ci rimetteremo le penne". La squadra di Sarri è reduce dalla vittoria contro il Bologna e vola a punteggio pieno in campionato. "Oggi non sento più dolore e sono pronto".

Un avvio di stagione entusiasmante, preludio ideale per l'esordio nella fase a gironi della Champions League 2017/18, ma il Napoli è atteso ora alla prova del nove.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.