Milan, contro la Lazio si fa sul serio

Share

Milan, contro la Lazio si fa sul serio

Simone Inzaghi non chiude le porte alla Juve. Ma sono abituati, faranno la loro gara: è un peccato non avere due come Mandzukic e Chiellini. Se lo augura Simone Inzaghi, che ieri nelle interviste post-partita ha espresso tutta la sua soddisfazione per la prova non solo di Immobile, ma di tutta la squadra. In questo 2017 è l'italiano che ha segnato più gol e se nella passata stagione sono valsi un posto in Europa League chissà se quest'anno possono portare la Lazio tra le prime 4. Lui si è inserito in maniera splendida, ora dopo un anno è un nostro leader e uno dei nostri capitani. La qualità migliore di questa Lazio? Nel calcio non si sa mai. "Avrei voluto giocarmela al completo, ma ci vorrà ancora un po' di tempo per recuperare gli infortunati - ha spiegato Inzaghi - Felipe ha un problema fisico importante e da non sottovalutare: penso non potrà essere di nuovo disponibile prima di ottobre". Mi ha fatto i complimenti, io sabato sono riuscito a vedere il suo Venezia a Bari, è stato un capolavoro vincere davanti a 15mila persone davanti a una grande squadra.

Lazio, Inzaghi:

BIGLIA - "E' un grandissimo giocatore, che ho rivisto con piacere. Questo gruppo l'anno scorso ha fatto un campionato straordinario e quest'anno vogliamo farci trovare pronti per rimanere nei piani alti della classifica". "L'ho detto anche ieri alla fine della partita, per noi quest'anno sarà tutto più difficile". La Juventus con e senza Dybala è diversa, giustamente con il Chievo Allegri lo ha fatto riposare un po' perché era appena tornato dalla Nazionale e c'è l'impegno Champions. Anche in questo caso, l'attenzione dei media è quasi tutta rivolta ai due attaccanti argentini, trascurando un po' il centravanti napoletano, che a meno di stravolgimenti, sarà il terminale offensivo in Russia insieme a Belotti.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.