Jet americani simulano attacco alla Corea del Nord

Share

Jet americani simulano attacco alla Corea del Nord

Due del tipo Gbu-32, bombe di precisione destinate a distruggere i bunker, e due ordigni da esercitazione Mk-84, bombe da 900 chili che esplodendo aprono crateri profondi una dozzina di metri. Due caccia F-35B Stealth invisibili e due bombardieri B-1B avrebbero simulato appunto un bombardamento, anche grazie alla collaborazione di quattro F-15K sudcoreani da cui sarebbero stati affiancati durante l'esercitazione, per poi rientrare alla base situata a Guam. Si è trattato, secondo l'aeronautica sudcoreana, citata dall'agenzia Yonhap, di una dimostrazione della forza deterrente dell'alleanza.

Le esercitazioni sono maturate a tre giorni dal missile intermedio lanciato dal Nord verso il Pacifico dopo il sorvolo del Giappone.

La tensione in Corea del Nord resta altissima. Le esercitazioni sono la seconda fase delle esercitazioni navali sino-russe quest'anno, dopo quelle avvenute nel Baltico nel mese di luglio.

Venti di guerra sempre più forti nella penisola coreana. "Per gli Stati Uniti, non sono altro che strumenti di servizio per il suo dominio coloniale e la dominazione sulla Corea del Sud (...) Il destino di un servitore coloniale è affrontare una fine tragica (...) È giunto il momento che le attuali autorità sudcoreane comprendano la verità".

Lo ha annunciato al Parlamento il ministro della Difesa del governo sudocoreano, non rilevando il nome dell'unità americana.

Pyongyang ha lanciato un nuovo missile balistico che ha sorvolato il Giappone, continuando a sfidare l'Onu e gli Usa. Come riportato dall'agenzia di stampa nazionale (Yonhap), il ministero della Difesa sudcoreano ritiene anche ci sia l'alta probabilità che i vicini del Nord possano effettuare "provocazioni addizionali strategiche" attraverso altri lanci missilistici o con il settimo test nucleare.

Il Rodong Sinmun poi colpisce il Giappone e a seguire la Corea del Sud: "Il Giappone sta intraprendendo azioni militari offensive nelle acque contese nel Mare del Sud della Cina (...) Si dice che il Giappone ha in programma di coinvolgere anche la Gran Bretagna in esercitazione militari congiunte".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.