Istat conferma: nel II trimestre Pil +0,4%, su anno +1,5%

Share

Istat conferma: nel II trimestre Pil +0,4%, su anno +1,5%

Lo rileva l'Istat, confermando le stime diffuse il 16 agosto.

Seppure la crescita dovesse essere nulla nella seconda metà dell'anno, inoltre, la variazione acquisita del Pil sarebbe pari all'1,2%, 0,1 punti in più rispetto alle previsioni del documento di economia e finanza del governo, che parlavano di una crescita dell'1,1%.

Rispetto al 1° trimestre dell'anno il Pil italiano ha registrato un +0,4% che ha perfettamente rispecchiato le attese. E dello 0,4% rispetto ai tre mesi precedenti (dove c'erano state tre giornate lavorative in più).

Ancora su base trimestrale, il report Istat ha segnalato una crescita dello 0,2% dei consumi finali nazionali e un aumento dello 0,7% degli investimenti fissi lordi.

La domanda nazionale al netto delle scorte ha contribuito per 0,3 punti percentuali alla crescita del PIL (+0,2 i consumi delle famiglie e delle Istituzioni Sociali Private ISP, +0,1 gli investimenti fissi lordi e contributo nullo della spesa della Pubblica Amministrazione, PA).

Rilevante per l'aumento del prodotto interno lordo è stato l'andamento positivo dell'industria e dei servizi, rispettivamente +0,6% e +0,4% nonostante il dato negativo dell'agricoltura, il cui valore aggiunto è diminuito del 2,2%.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.