Inter-Spal, Rizzoli: "Var troppo lenta? Solo imprevisti della tecnologia. Ma tempo recuperato"

Share

Inter-Spal, Rizzoli:

E' chiaro che sei minuti sono troppi, e quindi non un obiettivo soddisfacente. Oggi (domenica, ndr) ci sono stati problemi che vanno al di là dell'errore umano, sono errori tecnici, di audio e video: ha inciso la tecnologia non a supporto del fattore umano. Com'è successo a San Siro dove per assegnare il rigore all'Inter ci sono voluti quasi 5 minuti, poi spiegati dal responsabile Rizzoli. Un arbitro deve essere giudicato per le decisioni che prende in campo. Nella prima giornata ci sono stati 2 casi in cui il direttore di gara due volte è andato a vedere il monitor, nella seconda 7 e oggi solo 2: in totale 1 situazione su 29 gare vuol dire una ogni 3 partite, una media accettabile. "Se la tecnologia non ha funzionato, si è creato abbastanza scompiglio". "Un arbitro se fa questo mestiere può assumersi responsabilità - è stata la risposta -, soprattutto a questi livelli". C'e' un protocollo rigido dell'Ifab per tutelare lo spettacolo perché non si può andare a verificare tutte le situazioni: il primo obiettivo è mantenere fluidità del calcio.

Cosa è accaduto a San Siro.

. "L'arbitro ha dato poco recupero? se si perdono 4 minuti per il Var, poi vanno recuperati".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.