Incappucciato spara in un pub e uccide un uomo a Montesilvano

Share

Incappucciato spara in un pub e uccide un uomo a Montesilvano

"Non sappiamo niente", dice ai cronisti la madre del giovane, arrivata in lacrime davanti al locale. Sul posto il 118 ed i carabinieri che si stanno occupando delle indagini con il Nucleo Investigativo. Mi sono subito abbassato.

Pescara, 16 set. (askanews) - Ha sparato e ucciso con un fucile, il volto coperto da un passamontagna, e poi è fuggito a piedi: omicidio la notte scorsa in un pub a Montesilvano, dove Antonio Bevilacqua, classe 1996, rom con piccoli precedenti, è stato ammazzato a colpi di fucile all'interno del locale dall'uomo con il passamontagna. In quel momento Antonio, che era qui da solo, stava parlando con me, vicino al bancone. Da escludere che il delitto sia stato commesso escluso in relazione alla gestione di attività illecite o a conflitti tra bande rivali: la vittima viene descritta come un bravo ragazzo. È stato tutto rapidissimo - aggiunge - subito dopo il killer è andato via con la stessa calma. Stava bevendo qui fuori, quando dalla vetrina ha visto delle persone che conosceva ed è entrato a salutarle. Nel locale c'erano poche persone, quattro o cinque in tutto, e sono già state ascoltate dagli inquirenti. "Non veniva qui spesso". I militari hanno già recuperato le immagini del circuito di videosorveglianza del locale e delle telecamere della zona, concentrandosi su una violenta lite che Bevilacqua avrebbe avuto nello stesso locale. L'assassino avrebbe agito con un fucile e il giovane, secondo le prime informazioni, sarebbe stato colpito al volto. L'autopsia potrà aiutare gli investigatori a ricostruire l'esatta dinamica.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.