In corso una violenta tempesta magnetica: comunicazioni radio a rischio

Share

In corso una violenta tempesta magnetica: comunicazioni radio a rischio

Entrambe le esplosioni - fotografate dal Solar Dynamics Observatory della NASA - sono avvenute in una regione del Sole denominata AR 2673, storicamente attiva da questo punto di vista.

Nell'arco di 48 ore il Sole ha sprigionato una serie di eruzioni - i cosiddetti brillamenti - di elevata intensità, delle quali una è stata la più potente registrata negli ultimi 12 anni.

Gli astronomi classificano la potenza di questi fenomeni usando una scala di misura che le divide in classi: A, B, C, M e X, la cui potenza aumenta di 10 volte tra una classe e la successiva. Il fenomeno è causata dall'eruzione solare del 4 settembre, ma sta continuando e non sembra volersi fermare.

Secondo gli esperti la stella del nostro Sistema solare si avvia verso una fase di "debolezza", contraddistinta da una minore attività. "Intanto è stato confermato che anche l'intensa eruzione di mercoledì ha scagliato nello spazio una bolla di plasma e il suo arrivo è previsto l'8 settembre". A lanciare l'allarme è un gruppo di scienziati dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf).

L'eruzione solare, chiamata anche brillamento, è una violenta eruzione di materia che esplode dalla fotosfera di una stella, dando vita a delle spettacolari protuberanze che emettono fasci di vento.

Black out, disturbi ai satelliti e alle comunicazioni radio.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.