Il Foggia dura un tempo, 1-1 allo Zaccheria contro il Palermo

Share

Il Foggia dura un tempo, 1-1 allo Zaccheria contro il Palermo

Un tempo per parte: il primo di marca rossonera con il gol di Nicastro a chiudere una frazione ottima; il secondo per i rosanero con i satanelli calati vistosamente. Mister Stroppa tornerà a proporre il consueto 4-3-3: in difesa potrebbe rivedersi Loiacono al posto di Gerbo, mentre i centrali potrebbero essere Martinelli e Camporese. In mediana torna capitan Agnelli, con Vacca e Fedele a completare il reparto. Prima da titolare per Nicastro che completa il tridente insieme a Mazzeo e Fedato. A centrocampo vince il ballottaggio Gnahorè su Chochev. Il primo tiro arriva soltanto all'8' con Fedato, il cui destro è debole e bloccato da Posavec. Al 16' lo Zaccheria s'infiamma per il numero di Fedato che salta con un pallonetto un avversario sulla linea di fondo e crossa per la testa di Nicastro che spedisce di poco a lato. L'urlo dello Zaccheria resta strozzato in gola. Ancora Foggia a un passo dalla rete al 29': altra incursione di Fedato, cross rasoterra su cui Nicastro arriva con un attimo di ritardo all'appuntamento con il pallone. In occasione del gol Nicastro riceve palla dalla sinistra in area, si gira verso destra dopo una finta e lascia di sasso Aleesami. Per l'ex Pescara si tratta del 1° centro in maglia rossonera. La reazione rosanero è tutta in un destro di Trajkovski bloccato da Guarna, così si va al riposo sull'1-0.

La ripresa si apre subito con un tiro alto di poco ad opera di Fedato. Subito Foggia in avanti: destro di Fedato dalla distanza, palla alta. Prima si fa superare da Fedato con un sombrero, poi ogni volta che prova a impostare la misura è sempre sbagliata. Occasione che dà fiducia e coraggio al Palermo che poco dopo sfiora nuovamente il vantaggio con il solito Coronado che riesce prima a dribblare due difensori avversari e poi a calciare in porta, trovando però un ottima riposta da parte del portiere avversario. Stroppa sostituisce uno stanco Nicastro con Chiricò. Coast to Coast ancora di Coronado al 61': Guarna si distende e blocca l'esterno del brasiliano. Foggia ancora in avanti: Agnelli calcia di sinistro dall'interno dell'area, ma la palla termina ampiamente a lato. Tedino gioca la carta Murawski al posto di Jajalo a un quarto d'ora dalla fine, e proprio il polacco piazza il gol del pareggio al 78', con un gran tiro a giro dal limite dell'area. All'87' Coronado va via in contropiede, serve Rispoli il quale però, spreca tutto con una conclusione velleitaria che termina a lato. Ancora rosanero pericolosi nel recupero con Embalo. Ultimo cambio per il Foggia: dentro Gerbo al posto di Loiacono. A disp.: Pelizzoli, Figliomeni, Beretta, Deli, Coletti, Calderini, Floriano, Celli, Ramè.

Per il resto della formazione non ci sono sorprese con Posavec, difeso da staff tecnico, patron Zamparini e compagni di squadra, a guardia della porta alle spalle di Cionek, Struna, Bellusci; Rispoli e Aleesami sulle fasce. A disp.: Maniero, Pomini, Accardi, Morganella, La Gumina, Fiordilino, Szyminski, Dawidowicz.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.