Formula 1, nasce Aston Martin Red Bull Racing

Share

Formula 1, nasce Aston Martin Red Bull Racing

L'intesa oggi si evolve ulteriormente: il prossimo anno il team assumerà la denominazione di Aston Martin Red Bull Racing.

La collaborazione, partita nel 2016, ha visto la Red Bull Advanced Technologies progettare lo sviluppo della Valkyrie, l'hypercar disegnata da Adrian Newey, ma anche dei lavori fatti dagli ingegneri dell'Aston Martin sui "nasi" e pance laterali delle RB12 e RB13 della casa austriaca. Inoltre la nascita di questo nuovo centro prevede la creazione di 110 nuovi posti di lavoro ed ospiterà anche il personale di progettazione ed ingegneria di Aston Martin relativamente il concepimento e lo sviluppo dei modelli stradali futuri.

Dopo questo nuovo accordo, dalla prossima stagione la Red Bull Racing si iscriverà al campionato di Formula 1 col nome di Aston Martin Red Bull Racing team. Infatti, a Milton Keynes arriveranno oltre 100 nuove risorse nel centro Performance avanzate, già entro fine 2017. Naturalmente molto soddisfatto dell'accordo raggiunto anche Christian Horner: "La nostra Innovation partnership con Aston Martin è stata qualcosa di pionieristico sin dal primo giorno".

A margine dell'ufficializzazione della partnership tra le parti, i vertici di Aston Martin hanno ribadito di essere interessati a diventare fornitori di motori in F.1 dal 2021, ma solo a determinate condizioni (costi tenuti sotto stretto controllo). Le discussioni sulle power unit sono di nostro interesse, ma solo se le circostanze saranno convenienti. Non entreremo in una guerra dei motori, senza restrizioni sui costi o di ore passate al banco prova; se la FIA riuscirà a creare il giusto ambiente, noi saremo interessati.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.