Firenze: i clienti delle lucciole ora rischiano l'arresto

Share

Firenze: i clienti delle lucciole ora rischiano l'arresto

Prima denuncia, la scorsa notte a Firenze, per un cliente di una prostituta in base alla nuova ordinanza del sindaco Dario Nardella che mira a contrastare lo sfruttamento e la tratta delle donne.

Firenze - E' un uomo di 30 anni di Siena il primo cliente delle prostitute colpito dall'ordinanza del sindaco di Firenze Dario Nardella. Con l'ordinanza si istituisce il divieto di chiedere o accettare prestazioni sessuali a pagamento.

I due si erano appartati a bordo dell'auto di lui. Non sono previste sanzioni per chi offre la prestazione, a meno che non ricorrano altre violazioni di legge. L'ordinanza sarà in vigore in tutta la città, e non solo lungo le strade in cui è stata rilevata la presenza di persone che esercitano la prostituzione, in modo da evitare che il fenomeno si sposti in altre zone di Firenze.

Com'era prevedibile, l'ordinanza fiorentina ha fatto subito discutere, ma più che polemiche ha suscitato commenti favorevoli, e persino iniziative di emulazione. "In realtà - spiega l'ex Guardasigilli - l'ordinanza è contro chi sfrutta la prostituzione, ovvero delinquenti locali e malavita che giunge a Benevento dal casertano e dal napoletano".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.