Calcio: Udinese, con il Torino turnover necessario

Share

Calcio: Udinese, con il Torino turnover necessario

Udinese - Delneri:"Lotta fisica con il Torino. Quel che è certo è che giocherà Fofana". "In generale Ci vuole un po' di attenzione in più, ma in questo momento la squadra sta lavorando bene".

E proprio a proposito del giocatore ceco Delneri aggiunge: "Barak ha caratteristiche importanti, ma deve integrarsi nel calcio italiano". A Maxi piace giocare sempre e finchè mi da queste rese io lo metto dentro. "Certamente l'allenatore fa forza sulle voglie di rivincita di ogni giocatore, cosi' come contiamo sulla loro forza, sul loro stato di forma, su tante altre variabili - spiega Delneri -". Voglio che la squadra sia più attenta alle situazioni che studiamo in allenamento. "Noi dobbiamo fare il nostro campionato e avere il massimo dall'apporto di ognuno ma sempre in un contesto di squadra".

De Paul ultimamente sembra in calo, possibile che spenda troppo in difesa: "Vedendo Larsen mi sembra che in difesa abbia ancora bisogno di una mano". Abbiamo avuto dei miglioramenti con i cambiamenti fatti. Bisogna avere pazienza. Siamo ancora un cantiere aperto. Noi dobbiamo fare una valutazione oggettiva su come giochi e su quello che raccogli sul campo. "Sono fiducioso per il futuro".

Barak sta stupendo tutti: "Per me non è una sorpresa, si vedeva che ha qualità". Può fare la mezzala e anche il trequartista, vedremo, lo conosceremo meglio col tempo.

"E' una squadra ben strutturata che sa anche soffrire, l'ha dimostrato con il Benevento". Il campionato lo ha approcciato in modo giusto. Sono carichi, ma anche noi siamo motivati. "Sarà una gara molto dispendiosa dal punto di vista atletico". Sarà una partita dura a livello fisico, sarà una bella sfida con possibilità concrete per noi di fare risultato. Domani arriva il Toro e non si puo' non pensare a Maxi Lopez, ex granata che Delneri ha voluto al centro del suo attacco. In quelle circostanze è inammissibile prendere gol. E' chiaro che avrà molte motivazioni, ma non lo devono spingere a fare tutto da solo, deve metterle al servizio della squadra. "L'ho visto anche bene domenica, se starà bene potrà giocare". Il pubblico urla "gol" e poi subito dopo lo annullano. "La tecnologia è valida, ma il calcio è fatto di emozioni non di tecnologia". E' dotato anche di buon tiro dal limite. Valuteranno e miglioreranno anche loro. "Questo sarà un anno di apprendimento per tutti noi".

"Potrebbero esserci tre cambi", butta là il tecnico. "Il modello della squadra può variare a seconda delle avversarie".

Pezzella potrebbe essere parte del turn over: "Tutti sono candidati al turn over, tutti e 22".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.