Bus Catalogna, di nuovo archiviata la causa contro l'autista

Share

Bus Catalogna, di nuovo archiviata la causa contro l'autista

Il tribunale di Amposta, in Catalogna, ha di nuovo archiviato la causa contro l'autista del bus nel quale morirono il 20 marzo 2016 13 studentesse Erasmus, sette delle quali italiane, sull'autostrada fra Valencia e Barcellona. Tra loro 7 ragazze italiane.

Il Gip incaricato del caso archiviò l'inchiesta, ritenendo, senza averlo sentito, che l'autista non aveva "alcuna responsabilita' cosi' grave da essere punita penalmente". Nel novembre scorso il fascicolo era stato archiviato senza neppure interrogare il conducente del pullman ma poi le indagini furono riaperte grazie alla mobilitazione dei familiari delle vittime, profondamente indignati per l'atteggiamento degli inquirenti spagnoli. Le famiglie avevano anche fatto ricorso con l'appoggio dell'allora premier Matteo Renzi e dal ministro degli esteri presidente del consiglio Paolo Gentiloni. Jimenez ha dichiarato in aula che a suo avviso l'incidente è stato provocato dalla pioggia, dato che lui aveva riposato durante una breve sosta a Valencia e poi, messosi alla guida senza aver nè bevuto alcolici nè assunto altre sostanze, era sempre rimasto vigile, senza colpi di sonno o distrazioni. Il gip, riferisce il quotidiano online La Vanguardia, ritiene non ci siano indizi per accusare l'autista dal punto di vista penale e rinvia le parti a una eventuale causa civile.

"Aspettiamo di capire il perché di questa decisione", si limita ad aggiungere Saracino.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.