Brambilla, al via la campagna elettorale del "Movimento animalista"

Share

Brambilla, al via la campagna elettorale del

Sono due delle iniziative che si sono tenute oggi a Milano, in occasione della prima direzione nazionale del neonato Movimento animalista, presieduto da Michela Vittoria Brambilla.

Si comincia con la direzione nazionale, si prosegue con un corteo che partirà da Largo Cairoli, si finisce con un'assemblea pubblica al teatro Dal Verme dal titolo "Difendi la vita".

Brambilla ha innanzitutto denunciato la "guerra di sterminio" contro gli animali selvatici "dichiarata dalla filiera governo-Regioni-cacciatori". Non si tratta solo dell'indifferenza verso le condizioni degli animali selvatici dopo un'estate di siccità e incendi, verso gli accorati appelli delle associazioni e perfino verso i suggerimenti dell'Ispra, solitamente di manica larga con il mondo venatorio, ma di un'intera politica espressa in questa legislatura: dallo scioglimento del Corpo forestale dello Stato, ai regali per le doppiette (in particolare quelle del Trentino-Alto Adige), al folle piano per la caccia selettiva al lupo, alla prima uccisione deliberata di un orso (KJ2) da quando è iniziato il programma di ripopolamento. Il nuovo movimento si propone come "forza trasversale e indipendente da qualunque altra formazione politica" ha detto Brambilla. Per l'ex ministro "per togliere alla lobby della caccia e delle armi la protezione di cui gode non c'è altra via che mandare a casa chi svende a pochi il patrimonio di tutti".

Riconoscimento degli animali come esseri senzienti nella Costituzione, inasprimento delle pene per chi li maltratta e li uccide, abolizione della caccia. "Non possiamo piu' accettare di vivere in un paese dove sono esposte al rischio idrogeologico piu' di 7 milioni di persone, dove un temporale a Livorno provoca piu' vittime che il passaggio dell'uragano Irma, la tempesta piu' potente degli ultimi dieci anni sull'Atlantico, nell'intero stato americano della Florida". Ad appena quattro mesi dalla fondazione il Movimento, si legge in una nota, "appare in piena ascesa, sia per le adesioni sia per lo spazio che ha saputo conquistarsi sui media e la strutturazione puo' dirsi completata". "Non meno importante e forte è la nostra presenza su internet e social".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.