Sicurezza T-Days: al posto dei new jersey, ecco le fioriere mobili

Share

Da oggi, 12 agosto, al posto dei new jersey fanno il loro ingresso le fioriere nei varchi di via Indipendenza, via Rizzoli e via Ugo Bassi. Come in altre città, le protezioni sono arrivate dopo gli attacchi terroristici a Nizza, Berlino, Londra e Stoccolma, e sono stati predisposti per rendere più sicuro il passeggio di pedoni e ciclisti nei week end.

"Volevamo puntare sull'estetica ma anche evitare sprechi di denaro - ha spiegato Malagoli - considerato che finora, in 30 settimane, sono stati già stati spesi 270mila euro per portare qui, e poi rimuovere ogni volta, le vecchie barriere". Tutto questo senza inficiare la sicurezza, dato che ogni fioriera pesa 750 chili, "esattamente come i blocchi di cemento che c'erano prima", aggiunge l'assessore. Sono costituite da 27 moduli di un metro e 60 centimetri per 60 centimetri e sono nove per varco disposti su due file sfalsate da cinque e quattro per garantire l'accesso ai mezzi di soccorso. Una curiosità per i pollici verdi: la pianta scelta si chiama ionicera maigrun e necessita di pochissima acqua.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.