Roma sconfitta a Siviglia, Di Francesco: "Problemi normali"

Share

Roma sconfitta a Siviglia, Di Francesco:

Il Siviglia ha cambiato poco e ha determinate abitudini, fisicamente siamo indietro rispetto a loro ma ci siamo giocati la partita. A pochi giorni ormai dal debutto, diventa davvero interessante vedere come il nuovo tecnico giallorosso stia mettendo a posto tutti i tasselli, magari in attesa di un nuovo colpo di calciomercato che, per il momento a dire il vero, è stato più interessante per il mercato in uscita, che in entrata. Ha preso una decisione definitiva sul partner di Manolas?

"Sulla difesa penso che sia sbagliato continuare a parlare di titolari". Manca ancora un po' ma sono contento. Mi è piaciuta anche l'abnegazione di Nainggolan, è cresciuto nel corso della partita ed è stato sempre decisivo. Serata di grandi emozioni allo stadio Ramon Sanchez Pizjuan, prima del calcio d'inizio i capitani delle due squadre, Pareja e De Rossi, hanno accompagnato il figlio di Antonio Puerta a deporre una corona di fiori nel punto esatto del campo in cui l'esterno si è accasciato a terra il 25 agosto 2007 durante il match contro il Getafe, stroncato da un malore.

Abbiamo visto una Roma un po' in difficoltà nella prima mezz'ora, quanto manca per vedere la vera Roma in percentuale? Siamo a dieci giorni dal campionato e mi auguro che la condizione possa crescere di più. Di Francesco toglie Moreno, Strootman e Defrel per far spazio a Pellegrini, Fazio e la giovane promessa turca Cengiz Under. Prima dell'intervallo ci prova anche la Roma con Kolarov che direttamente da calcio di punizione impegna Sergio Rico che poco dopo avrà vita decisamente più facile con il sinistro centrale e poco potente di Strootman.

"Non sono frettoloso nel trarre giudizi".

"Sicuramente, tranne i primi 15′, siamo cresciuti qualitativamente, abbiamo tenuto bene il campo". Dopo i 15 minuti iniziali la squadra è venuta fuori bene, ha creato diverse situazioni di gioco buone grazie a un palleggio efficace. Cercheremo di sbagliare meno. La banda di Di Francesco regge fino a un quarto d'ora dal termine (colpendo anche un palo con Defrel), poi si scatena Nolito. Poi anche Di Francesco decide di fare qualche sostituzione mandando in campo Fazio, Under, Pellegrini e Gonalons.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.