Kakà espulso con la VAR, ma è un errore: scherzava con Collin

Share

Il pacifico Kaká espulso al 97' della sfida tra New York Red Bulls e Orlando per aver messo le mani in faccia a Collin, tra l'altro ex compagno di squadra del brasiliano in Florida.

Incredibile ma vero quanto accaduto nell'ultimo match di MLS giocato dagli Orlando City. L'ex Milan viene espulso per un gesto scherzoso nei confronti di un avversario. A nulla valgono le proteste sia di Kakà sia dello stesso Collin. Questo però non è bastato all'arbitro Jorge González, che dopo un consulto con un assistente ha riguardato la scena attraverso il VAR (novità dell'anno in MLS) e ha deciso, oltre che di ammonire altri due giocatori, di espellere Kaká fra lo stupore generale.

Una decisione che lascia a bocca aperta tutti: dal pubblico agli stessi giocatori, Kakà lascia il campo incredulo con un sorriso più amaro. Inutile il tentativo, anche di Collin, di spiegare all'arbitro che i due stavano scherzando.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.