Giovanissimi e droghe: 'Spice' e altre nuove tendenze nei consumi

Share

Giovanissimi e droghe: 'Spice' e altre nuove tendenze nei consumi

DROGA, il rapporto choc su consumo di droghe degli italiani. Qui la Cannabis è la sostanza più utilizzata in assoluto e si associa al consumo di nuove potenti droghe sintetiche. La grande variabilità di cannabinoidi sintetici e le differenti composizioni chimiche rendono queste sostanze potenzialmente molto pericolose; inoltre non appena uno di questi composti sta per essere messo al bando come sostanza illegale c'è già pronto per il mercato un prodotto sostitutivo con una composizione chimica differente.

Allarme giovanissimi, 'sperimentano' sostanze - Un terzo degli studenti minorenni che frequentano le scuole superiori 'sperimenta' sostanze psicoattive: l'allarme è contenuto nella Relazione annuale al Parlamento sulle tossicodipendenze 2017.

Ebbene, la spesa per il consumo di sostanze stupefacenti sul territorio nazionale è stimata in 14,2 miliardi di euro, di cui il 43% attribuibile al consumo di cocaina e più di un quarto all'utilizzo di derivati della cannabis.

La cannabis è la sostanza psicoattiva più diffusa sia tra gli adulti che tra i giovanissimi: circa 90mila studenti riferiscono un uso pressoché quotidiano della sostanza e qualcosa come quasi 150 mila studenti sembrerebbero farne un uso problematico. Ma la percentuale di persone che ricorrono alle cure nei Servizi pubblici non è alta: solo l'11% del totale dell'utenza e i ricoveri ospedalieri da imputare all'uso di cannabis sono solo il 12% di quelli legati a uso di droghe. Questo fenomeno sembra trovare conferma tanto nel numero di minori ricoverati per conseguenze derivanti dall'uso di sostanze, quanto in quelli fermati dalle Forze dell'Ordine e segnalati ai Prefetti per detenzione di sostanze per uso personale, o coinvolti in attività criminali legate a traffico e detenzione. Oltre il 90% dei sequestri ha riguardato la cannabis e suoi derivati.

La maggior parte delle denunce è associata ai derivati della cannabis, seguono quelle per cocaina ed eroina (tutte in aumento), mentre quelle per droghe sintetiche (1,2%) sono in diminuzione. Tra queste sostanze sono compresi cationi sintetici e ketamina. Il 34,1% della popolazione carceraria è rappresentato dai detenuti per reati DROGA-correlati, che risultano diminuiti rispetto al 2014. Gli under 18 in carico ai Servizi sociali della Giustizia minorile per reati DROGA correlati sono stati il 18,1% dei 21.848 soggetti in carico; 63 hanno usufruito delle misure alternative.

Rispetto ai 1.141 ingressi nelle carceri, quelli per reati droga correlati sono il 13,7%; i minori collocati in comunità sono stati 87. L'italia è il paese degli eccessi giovanili, Alcol, fumo e droghe, sono tra i piaceri più consumati dai nostri giovanissimi, una piaga giovanile che le istituzioni faticano a debellare. Il 71,3% dei segnalati ha meno di 30 anni.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.