Fiorentina, Pioli: "Voglio una squadra ambiziosa e motivata"

Share

Fiorentina, Pioli:

Abbiamo preso giovani di talento e con ambizione. Voglio un squadra ambiziosa, che punti a vincere ogni singola partita.

La partita di San Siro sarà una sorta di battesimo del fuoco per i toscani, che conclusa l'era Sousa, ripartiranno da una squadra profondamente mutata rispetto al recente passato. Sono curioso di scoprire che risultati ci darà il nostro lavoro. Di vedere gli ex viola mi interessa poco. Var? Abbiamo centrato i nostri obiettivi e adesso solo il campo determinerà se la squadra è effettivamente all'altezza. Sono solo concentrato sull'avversario, Babacar ha fatto un buon precampionato ma non eccezionale. L'Inter? Il pre-campionato dimostra lo spessore tecnico e la qualità del lavoro di Spalletti. I nerazzurri hanno tante armi a disposizione e parlare di un solo giocatore da temere è troppo limitativo. Hanno delle qualità, noi cercheremo di mettere in campo le nostre. "Non penso che ci siano favoriti in tal senso", ha poi concluso il mister. Certo mi aspettavo altri comportamenti dal punto di vista della professionalità, ma evidentemente qualcosa non ha funzionato. Le prime due giornate di campionato avranno delle incognite per tutte e per noi anche qualcosina in più. "Un allenatore molto bravo perché è stato capace di trasmettere un' identità ben precisa alla sua squadra". Sul nuovo arrivato Simeone, giocatore di grande prospettiva ed erede designato di Kalinic, il tecnico ha dichiarato: "L'ho trovato molto bene, è carico, così come tutti i nuovi che sono arrivati in settimana".

Sarà questo il primo campionato di A col VAR. " Avevo un po' di titubanze prima della riunione con Rosetti - ha detto Pioli - E' stato molto chiaro e le norme sono molto semplici.

La situazione riguardo Kalinic non è si è ancora risolta, ma Pioli fa un appunto al giocatore che sta per andare al Milan: "Prima risolviamo la situazione meglio è. Sono convinto che abbiamo fatto un ottimo lavoro e che presto raccoglieremo i frutti ". Per me le partite partono sempre 11 contro 11 e sullo 0-0, il valore dell'avversario è alto e la nostra prestazione dovrà essere di spessore. Il gioco dovrà essere fluido, per gli arbitri potrà essere un sostegno importante, gli errori gravi potrebbero scomparire.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.