Fiorentina, Pezzella: "Ci dobbiamo adattare, qui c'è un grande progetto"

Share

Seguila LIVE su Fiorentina.it a partire dalle 14.30.

Pezzella parla poi di idoli e avversari.

"Era il presidente del River Plate quando giocavo lì".

"Il valore di German Pezzella è effettivamente molto alto". Sono arrivato in un momento di rivoluzione, quindi potremmo dover aspettare un po' prima di ottenere risultati. Nelle ultime due stagioni ha giocato al Betis, è forte anche nel colpo di testa, ha esperienza anche nelle giovanili dell'Argentina, e punterà sicuramente alla nazionale maggiore. "Era un nostro obiettivo da tempo e finalmente ce l'abbiamo fatta a portarlo a Firenze".

"Sono molto contento di stare qui, è vero che mi avevano cercato diverse squadre". Ma ci sono anche Mertens e Icardi. "Mi ha dato sempre tanti consigli, ho avuto una gran fortuna nel poter passare del tempo con lui, con tanti consigli molto preziosi". "Mi sono sempre ispirato ad Ayala, fin da quando ero ragazzino".

Grandi attaccanti che temi? "Dovrò a dare il massimo per farmi trovare all'altezza nel marcare i grandi attaccanti della Serie A, e dovrò studiarli". Giocano in un grande stadio, hanno grande qualità, ma abbiamo visto una partita a viso aperto da entrambe le squadre. Abbiamo cercato di imporre il nostro gioco e creare occasioni da gol ma se sbagli qualcosa, il Real te la fa pagare subito. La sfida col Real?

Caratteristiche come Gonzalo Rodriguez?

So dell'affetto del popolo viola nei confronti di Gonzalo e dell'importanza che ricopriva qui a Firenze. Voglio fare la mia parte ed aiutare i compagni. "Magari alcune cose ci assomigliano, siamo istintivi, e voglio farmi trovare pronto". "Anche il mister mi è stato molto utile". Devo lavorare ovviamente per trovare la massima intesa con tutti i miei compagni e capire al meglio ciò che vuole Pioli. "Firenze mi piace e vorrei adattarmi il prima possibile così da rimanerci anche oltre l'anno di contratto". E' una città bellissima, con gente davvero attaccata che mi ha fatto sentire a casa.

"Sono molto contento di essere qui". Il mister ha ben chiare le idee di calcio e questo per noi è molto importante. E' un tecnico molto esigente che non vuole rilassamenti.

Ho avuto modo di parlare con Piccini e Joaquin di questa mia nuova avventura.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.