Di Francesco alla sua Roma: "Meno fioretto e più concretezza"

Share

Di Francesco alla sua Roma:

E' stata una partita equilibrata, nel secondo tempo loro hanno trovato i gol, noi abbiamo avuto occasioni. Per il resto ha lavorato bene, hanno cercato anche di aggredire alto l'avversario.

"È normale che i giocatori avessero la possibilità di puntare e ci siamo un po' allungati".

Un commento su Defrel, uno dei nuovi volti del mercato della Roma: "Può fare questo ruolo e nell'ultimo periodo si è allenato da esterno". È duttile e lo sta dimostrando, tornando al discorso difensivo credo che ci siano squadre come la Juventus che difendono sottopalla, una squadra che vuole diventare grande deve lavorare sulle due fasi. Come valuta Ünder e Fazio? "Il Siviglia deve fare i preliminari e la sua preparazione è scuramente più veloce della nostra", ha ricordato.

Abbiamo visto una Roma un po' in difficoltà nella prima mezz'ora, quanto manca per vedere la vera Roma in percentuale?

Pensa che Nainggolan si ambienterà nel nuovo ruolo?

"Stiamo costruendo qualcosa, ci vuole tempo". Anche se abbiamo perso la squadra è cresciuta, non posso valutare la prestazione solo in base alla sconfitta. Dopo i primi minuti di assestamento la squadra ha creato ottime situazioni di gioco, sicuramente dobbiamo migliorare tanto, ma mancano 10 giorni al campionato, spero cresca la condizione. Chi sarà il centrale titolare insieme a Manolas? Per il momento sono contento'. Mi è piaciuta anche l'abnegazione di Nainggolan, è cresciuto nel corso della partita ed è stato sempre decisivo. Diventa anche trequartista, cambia poco, sta ritrovando anche la voglia di correre all'indietro.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.