Coppa Italia, il Cittadella elimina il Bologna

Share

Coppa Italia, il Cittadella elimina il Bologna

ABISSO ROSSOBLÙ Che sarebbe stata una serata lunga si capisce subito.

Antipasto di Lega Pro a Pordenone: sotto di due reti, i padroni di casa hanno battuto il Lecce per 3-2 grazie ad una rimonta entusiasmante materializzatasi negli ultimi 12 minuti, una sfida emozionante e che ha divertito gli oltre 1500 spettatori presenti sugli spalti.

Queste le dichiarazioni di Roberto Venturato al termine della straordinaria impresa di Bologna: "L'abbiamo preparata per cercare di giocarcela, sicuramente l'espulsione di Verdi ha condizionato la partita, ma credo che abbiamo fatto una grande prestazione meritando il passaggio del turno". Di Francesco e Poli vengono cosí sistemati da Donadoni a centrocampo e il 4-2-3-1 si trasforma in un 4-4-1 con Destro come unica punta. La pioggia si tramuta presto in tormenta perchè dopo l'errore a porta vuota di Schenetti che insespica sul pallone quando la porta di Mirante era già sguarnita, il Cittadella raddoppia con Pasa. Il centrocampista ospite viene lanciato da un retropassaggio di Pulgar che inganna l'assistente, salito con la bandierina, ma non l'arbitro Abisso che lascia giocare e convalida il 2-0. A disposizione: Da Costa, Santurro, Mbaye, Helander, Maietta, Gastaldello, Crisetig, Donsah, Okwonkwo. All. A disp. Corasaniti, Varnier, Maronilli, Settembrini, Maniero, Arrighini, Bizzotto, Fasolo. All. Note: espulso 5' pt Verdi. Ammoniti: Poli, Masina, Schenetti, Iori, Caccin, De Maio. 2-1 del Chievoverona sull'Ascoli, match deciso addirittura al settimo minuto di recupero della ripresa: per i bianconeri di Maresca una beffa incredibile, ma anche la consapevolezza di aver messo in difficoltà una compagine ostica e che in A, da anni, mette tutti in grandissima difficoltà.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.