Calcio. auguri della Juve ad Allegri

Share

Calcio. auguri della Juve ad Allegri

Questi i temi principali toccati da Max Allegri nella conferenza stampa della vigilia. Il motivo del suo addio pare sia stato causato proprio dai dissidi tra i due. Gli obiettivi? La Juventus ha fatto passi da gigante in Europa, l'obiettivo è quello di giocarsi i quarti di finale. "Intendo arrivare a marzo ancora in corsa su tutti i fronti". Da allenatore della Juventus, Allegri ha sempre battuto la Lazio: 10 vittorie, 20 gol fatti, uno subito. Le gambe non sono quelle di ottobre o novembre, però abbiamo fatto una buona preparazione, c'è una buona armonia all'interno del gruppo. Poi il focus sui nuovi acquisti. E chissà che Allegri non si faccia tirare dalle novità anche per l'attacco, dove il dubbio è tra Douglas Costa e Cuadrado. Allegri però non scioglie i dubbi di formazione: "Ho ancora 3-4 ruoli da decidere". Sarà un casino dirvela ora.

Poi l'elogio a Buffon: "Senza togliere nulla a nessuno, Gigi è un giocatore diverso dagli altri". Anche Mandzukic. Gli altri non lo so.

Cerco di fare meno danni possibili, se hai giocatori forti è più facili vincere le partite. Loro vincono le partite. Quando sono uscito dallo stadio di Cardiff ero in pace con me stesso. Dopo Cardiff dovevo capire se avessi ancora motivazioni e forza di andare avanti. Ho pensato che con questa squadra abbiamo davanti un futuro importante.

Il settimanale Chi ha definito questa coppia "nuovissima e inaspettata". In primo luogo è andato oltre Conte e il contismo, ha dato una "calmata tattica" alla squadra, che ha abbandonato ad esempio il pressing furibondo che contraddistingueva l'impostazione precedente per un lavoro tattico molto più ragionato e fatto di sofisticati movimenti di squadra ad altissima precisione. "Chiedere questo sarebbe un errore grandissimo". Bentancur? Posso sbilanciarmi. E' un serio professionista, soprattutto molto intelligente.

Obbiettivo Supercoppa -:"Vogliamo riscattare, la sconfitta dello scorso anno, e iniziare al meglio questa annata.A Cardiff... E' un grande giocatore". Spero che col tempo possano essere rivalutate.

Champions League a parte, c'è da mantenere la supremazia in Italia con la conquista del settimo titolo consecutivo. Spesso siamo partiti con un sistema e poi abbiamo cambiato in un altro. I giocatori non sono tutti uguali. "E' un altro calcio quello".

Che partita si aspetta domani? "Domani sarà una partita con il punto interrogativo". "Dobbiamo avere rispetto degli avversari e lo faremo anche domani sera". Il difficile ora è restarci. "Bisognerà perciò lavorare per superare i momenti di difficoltà con equilibrio". Ci son valori ben delineati.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.