Avvelenamento da botulino, resta in coma lo studente viterbese

Share

Avvelenamento da botulino, resta in coma lo studente viterbese

Responsabili dell'intossicazione, probabilmente, delle verdure sott'olio. Via via le cose precipitarono, con i due ragazzi, un viterbese e l'altro della provincia di Lecce, 21 e 26 anni, costretti a un ricovero urgente al Santa Maria della Misericordia.

RESTA INVECE ricoverato in rianimazione, ancora con riserva di prognosi, l'altro studente intossicato, il quale comunque dopo le dimissioni dovrà sottoporsi a un ciclo di terapie riabilitative presumibilmente in una struttura di Viterbo, la sua città. Le sue condizioni, inizialmente molto severe, sono dunque migliorate a tal punto da portare prima al trasferimento dal reparto di Rianimazione a quello di degenza di Malattie Infettive e dunque alle definitive dimissioni. Franco Baldelli. In una nota dell'ufficio stampa dell'Azienda Ospedaliera di Perugia si sottolinea come le condizioni cliniche di quest'ultimo sono in progressivo e costante miglioramento, con la somministrazione di terapie farmacologiche, in attesa di tornare ad alimentarsi autonomamente dopo l'intervento di tracheotomia cui era stato sottoposto nelle scorse settimane. Al termine di un ciclo di terapie e dopo i riscontri di laboratorio, i medici ne hanno disposto le dimissioni.

R.D.P. e il 21enne pugliese, entrambi studenti fuorisede, sono ricoverati dalla notte del 17 giugno.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.