Allarme monossido b&b, evacuato palazzo

Share

Allarme monossido b&b, evacuato palazzo

Sono due giovani americani, un ragazzo e una ragazza entrambi di 24 anni, gli unici pazienti trattati con ossigeno terapia all'ospedale di Santa Maria Nuova tra coloro che stamani si sono presentati per controlli dopo la fuga di monossido di carbonio in un palazzo questa mattina a Firenze. Le loro condizioni cliniche - riferisce il direttore del pronto soccorso di Santa Maria Nuova, dottor Mauro Pratesi -, "non destano preoccupazione". Nel complesso, sono state 73 le persne che gli operatori del 118 hanno indirizzato in ospedale: venti fra ospiti e addetti del b&b, oltre a 50 studenti, che frequentano la scuola per stranieri che si trova nello stesso palazzo di via Sant'Egidio.

Ad altri 63 pazienti, in grande maggioranza stranieri di varie nazionalità, sono state fatte le analisi del sangue per rilevare il grado di intossicazione: tutti sono stati dimessi.

Il segnale che nel palazzo c'era del monossido è scattato quando i dispositivi attaccati alle divise del medico e dell'infermiere inviati dalla Asl hanno iniziato a suonare. Per ora, nessuna delle persone controllate presentano condizioni critiche. Si cercano infine altre 11 persone che si sono allontanate dal palazzo stamani prima dell'allarme: sono quasi tutti turisti e anche a loro sarà chiesto di sottoporsi ai controlli per capire se sono rimasti intossicati. Si tratta di due ragazzi americani che stamattina hanno accusato una forte cefalea.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.