WiFi Italia: prima rete nazionale libera e gratuita

Share

WiFi Italia: prima rete nazionale libera e gratuita

Il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (Mibact), il Ministero per lo Sviluppo economico (Mise) e l'Agenzia per l'Italia digitale (Agid), hanno sviluppato un'applicazione per dispositivi mobili che permetterà a ciascun utente di accedere in maniera trasparente e immediata a tutta la federazione di reti WiFi°Italia°it e di usufruire sia della connettività che dei contenuti e dei servizi dell'ecosistema del Turismo che via via verranno messi a disposizione.

Da oggi nel nostro Paese sarà possibile, in tutta tranquillità, navigare con i #wi-fi pubblici utilizzando semplicemente un'app.

Al momento però il servizio ha una diffusione ancora assai limitata e a macchia di leopardo, che riguarda per lo più il Nord e il Centro Italia.

L'applicazione è disponibile presso l'iTunes App Store di Apple per i dispositivi iOS al seguente link e sul Play Store di Google per i dispositivi Android a questo link. Una volta scaricata bisogna compiere la registrazione e la configurazione. All'interno dell'app si possono anche identificare in una mappa le posizioni degli hot spot e le reti che si sono federate e integrate fino ad oggi e vedere se ce n'è qualcuna nelle vicinanze. La differenza sta che con l'app progettata dal Ministero dello Sviluppo Economico, ci si può connettere a tutti gli hot spot grazie a un unico account. Il neonato sito di Wifi.Italia.it stimola anche alla collaborazione dal basso: "Se non trovi nessuna rete vicino a te, fai sentire la tua voce e invita la tua amministrazione ad entrare a far parte del progetto WiFi°Italia°It".

Vocazione turistica che è evidente nella scelta delle zone di avvio del progetto, che sarà esteso anche a tutto il resto d'Italia per creare una rete unificata.

A livello concettuale il punto di partenza è ottimo: una rete WiFi unica permetterà non solo la navigazione e l'accesso ai dati ma potrebbe consentire l'acquisto di beni e servizi in mobilità a chiunque, oltre a poter fungere da punto d'accesso per servizi realizzati ad hoc e in grado di semplificare la vita del cittadino e e del turista.

Progetti, ha ricordato il capo della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, Beatrice Covassi, "che dimostrano quanto l'Unione europea è fatta di attività concrete a beneficio dei cittadini".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.