Vaccini: ora c'è la legge

Share

Vaccini: ora c'è la legge

Astenuti i deputati di Si e Fdi. "Legge aumenterà la protezione delle famiglie". "Sono molto soddisfatta - ha spiegato il ministro della Salute Beatrice Lorenzin subito dopo la fiducia - abbiamo messo in sicurezza questa e le prossime generazioni contro una serie di malattie infettive molto gravi". Lo scrive su Facebook Roberto Burioni, virologo dell'Istituto San Raffaele di Milano, commentando il via libera definitivo alla norma. Se il genitore non provvede, l'asl contesta formalmente l'inadempimento. Per correre ai ripari il Parlamento ha ora approvato la legge che rende obbligatorie le vaccinazioni per potersi iscrivere a scuola. Per Burioni, "certo la legge non è perfetta: sono odiose le multe, manca l'obbligo per sanitari e insegnanti e soprattutto mancanovaccini importantissimi come quelli contro la meningite, lo pneumococco e il papilloma".

I 10 vaccini obbligatori sono proposti in formulazioni multicomponente, cioè contenente più vaccini insieme. A favore del decreto hanno votato il Pd, Alternativa Popolare e Forza Italia. Si sono rifugiati dentro un'auto, che è stata circondata e presa a calci e pugni, e sono stati messi in salvo dalla Digos. Anche in questo caso il passaggio a Palazzo Madama ha cambiato il testo in modo significativo, riducendo i vaccini obbligatori per l'accesso a scuola da 12 a 10. Per iscriversi a scuola sarà necessario far vaccinare il bambino contro poliomielite, tetano, difterite, epatite B, Haemophilus influenzae B, pertosse, morbillo, parotite, rosolia e varicella. Di più: solo sei vaccinazioni (l'esavalente) sono permanentemente obbligatorie, mentre di altre quattro (si veda la scheda in pagina) andrà rivista eventualmente l'obbligatorietà, sulla base delle verifiche triennali cui saranno sottoposti i relativi dati epidemiologici.

L'obbligo vale per la fascia d'età 0-6 anni.

Il decreto sull'obbligo dei vaccini è legge.

Senza questi vaccini non si potrà accedere agli asili nido e alle scuole materne. Le vaccinazioni che diventano obbligatorie "in via permanente" sono: antipolio, antidifterica, antitetanica, antiepatite virale B, antipertosse, antiHaemophilus influenzae di tipo b.

Per il prossimo anno scolastico ci sono disposizioni transitorie. Poi entro il 10 marzo 2018 sarà possibile presentare la documentazione in originale. Dall'anno scolastico 2019/2020, invece, gli adempimenti saranno semplificati: saranno gli istituti scolastici infatti a dialogare direttamente con le Asl, per verificare lo stato vaccinale degli studenti iscritti senza oneri a carico delle famiglie.

- ANAGRAFRE VACCINALE E CAMPAGNE INFORMATIVE: nasce l'Anagrafe nazionale vaccini, nella quale sono registrati tutti i soggetti vaccinati e da sottoporre a vaccinazione, le dosi e gli eventuali effetti indesiderati.

Si rafforza, infine, la farmacovigilanza per poter rilevare gli eventi avversi legati ai vaccini, e i danni della mancata vaccinazione. È riconosciuta la possibilità anche agli operatori scolastici, operatori socio sanitari e operatori sanitari di presentare una autocertificazione attestante la copertura vaccinale.

I minori non vaccinabili per ragioni di salute sono inseriti in classi nelle quali sono presenti soltanto minori vaccinati o immunizzati naturalmente. Le procedure accentrate d'acquisto dei vacciniobbligatori dovranno riguardare anche i vaccini in formato monocomponente.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.