Vaccini: Camera approva decreto, è legge

Share

Vaccini: Camera approva decreto, è legge

Come riferisce La Repubblica, stanotte vi è stata anche la conferma al governo: 305 voti a favore, 147 contrari e due astenuti. Il provvedimento è poi passato in esame alla Camera: l'approvazione definitiva è arrivata oggi.

Calano le vaccinazioni obbligatorie grazie agli emendamenti approvati - la notte scorsa - nella Commissione Sanità del Senato.

Senza questi vaccini non si potrà accedere agli asili nido e alle scuole materne. Dalla scuola elementare in poi i bambini possono accedere a scuola comunque, ma se non viene rispettato l'obbligo, viene attivato un percorso di recupero della vaccinazione ed e' possibile incorrere in sanzioni amministrative.

I vaccini obbligatori sono 10: poliomielite, tetano, difterite, epatite B, Haemophilus influenzae B, pertosse, morbillo, parotite, rosolia e varicella. (Ovviamente, dovrà però esserlo nei tempi previsti). In tal caso, la vaccinazione obbligatoria può essere fatta in seguito o omessa. Il commento del Ministro della Salute Beatrice Lorenzin: "Abbiamo messo in sicurezza questa e le prossime generazioni". Un prospetto che è stato utilizzato anche dal ministero della Salute per proporre la nuova offerta vaccinale, inserita nei Lea, i livelli essenziali di assistenza che lo Stato si impegna a garantire ai cittadini.

Le vaccinazioni obbligatorie sono 10 da effettuare con due iniezioni, di cui sei (antipoliomielitica, antidifterica, antitetanica, antiepatite B, antipertosse, antiHaemophilus influenzale tipo b) in modo permanente mentre le rimanenti 4 (antimorbillo, antirosolia, antiparotite, antivaricella) saranno riconsiderate tra un triennio. Lo prevede il decreto trasformato in legge dal Parlamento venerdì 28 luglio. Infine c'è anche la possibilità del vaccino monocomponente per coloro che già hanno contratto quella determinata malattia dove è appunto assente l'antigene per la malattia infettiva per la quale sussiste l'immunizzazione. A questi scopi è stanziata per il 2017 la cifra di 200 mila euro. Il dirigente scolastico potrà segnalare, entro 10 giorni, all'Asl competente, il nominativo. Ad astenersi sono stati i deputati di Si e Fdi. Per la Lega, la fiducia è uno "schiaffo del governo alle famiglie". Sarà istituita un'anagrafe vaccinale che conterrà i dati relativi ai bambini riguardo le vaccinazioni. Sono previste, inoltre, azioni di accompagnamento da parte di enti pubblici, Università ed associazioni del terzo settore, a supporto di questo processo di crescita. Anche in questo caso vale l'autocertificazione, ma allora la documentazione comprovante l'avvenuta vaccinazione andrà esibita entro il 10 marzo 2018. La prenotazione delle vaccinazioni potrà avvenire, gratuitamente, anche nelle farmacie aperte al pubblico, attraverso il Cup. La conversione in legge è prevista entro il 6 agosto. Il sistema di farmacovigilanza sui vaccini sarà potenziato e ogni anno sarà trasmessa alle Camere una relazione sugli eventi avversi: il fatto di monitorali così attentamente significa che i vaccini sono pericolosi?

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.