Renzi non transige sulla questione migranti

Share

Renzi non transige sulla questione migranti

Infatti, nel corso dei giorni la tanto contestata frase di Renzi ha prodotto non poche spaccature: da una parte i renziani duri e puri, come Bussolati, hanno cambiato in fretta e furia la propria opinione convergendo su quella del segretario nazionale, dall'altra i dem meno vicini a Matteo Renzi hanno invece duramente contestato quelle uscite.

E di aiutarli davvero a casa loro' recita il pensiero poi subito cancellato dalla piattaforma.

Non c'è voluto molto, ovviamente, per attendere le risposte al segretario del Partito Democratico.

Dopo le enormi polemiche sollevate dalle anticipazioni del suo libro, in particolare modo per quel che concerne l'emergenza immigrazione, Matteo Renzi non torna indietro e sostanzialmente rilancia la linea oggetto anche di feroci critiche interne.

L'operazione Triton, concordata e coordinata da Frontex a partire dal novembre 2014, e poi esportata con le stesse modalità in Grecia e Spagna, sostituisce le precedenti Hermes e Aeneas e prevede un'operazione congiunta di 27 paesi per monitorare al largo delle coste italiane il passaggio di eventuali barconi di migranti da soccorrere e far sbarcare sulle coste italiane, a cui è relegata la responsabilità di prendersene cura. A queste condizioni, gli accordi vanno revisionati, sostiene Pisapia. "Per noi è fondamentale investire in cooperazione e lo abbiamo fatto, in Africa la Lega Nord ci ha portato solo i diamanti".

"Aiutarli a casa loro è principio sacrosanto, vuol dire smettere di far venire tutti qua, perché dobbiamo salvarli tutti, ma non possiamo accoglierli tutti".

Successivamente ha anche spronato l'attuale primo ministro Gentiloni a farsi sentire con più forza nell'UE e ad imporre un eventuale veto sul prossimo bilancio europeo se la comunità non dovesse collaborare con il nostro Paese sulla questione migranti.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.