Qatar, sì a richieste Arabia Saudita ma solo su base di reciprocità

Share

Qatar, sì a richieste Arabia Saudita ma solo su base di reciprocità

Nella crisi del Golfo, a sorpresa, Doha rilancia.

L'Arabia Saudita, gli Emirati Arabi Uniti, il Bahrein e l'Egitto all'inizio di giugno hanno rotto le relazioni diplomatiche con Doha accusandola di sostenere il terrorismo e di interferire nei loro affari interni. Per esempio per chiudere le trasmissioni di Al Jazeera, dicono dal Qatar, dovranno essere interrotti anche il programmi di Al Arabiya che ha sede centrale ad Abu Dhabi. Per avere un'idea della ricchezza del paese anche dal punto di vista delle risorse investite basti pensare che la Sheika al Mayassa bint Hamad bin Khalifa al-Thani, presidente della Qatar Museums Authority, è considerata la donna più potente del sistema dell'arte secondo la Power List di Artreview, con una disponibilità per le acquisizioni d'arte che gli esperti stimano in oltre un miliardo di dollari all'anno. Le compagnie di bandiera dei paesi coinvolti hanno bloccato tutti i voli da e verso Doha, facendo così crollare il numero di visitatori che si recano in Qatar per turismo culturale, come rivela anche un articolo di Gareth Harris e Aimee Dawson su The Art Newspaper. Nella dichiarazione si legge, inoltre, che "le misure adottate sono il risultato delle violazioni da parte del Qatar dei propri obblighi nel rispettare il diritto internazionale". I musei del Qatar, tra cui il Museum of Islamic Art e il Mathaf Arab Museum of Modern Art, hanno storicamente buoni rapporti culturali con le istituzioni pubbliche e private dei paesi del Medio Oriente e hanno spesso collaborato in progetti transazionali.

RISARCIMENTI Doha non solo declina la richiesta di risarcimento danni avanzata dai Paesi del Golfo, ma esige a sua volta indennizzi per "mancato guadagno a causa delle ridicole accuse" lanciate dai suoi rivali regionali.

Più tardi i paesi arabi hanno fatto un ultimatum al Qatar in 13 punti, da soddisfare in un periodo di 10 giorni.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.