Precompilata 2017: tutti i canali di assistenza

Share

Precompilata 2017: tutti i canali di assistenza

La pubblicazione prende spunto dalla circolare n. 7/E del 4 aprile 2017, realizzata dall'Agenzia delle Entrate insieme alla Consulta nazionale dei Caf, che fornisce istruzioni e chiarimenti per compilare correttamente la dichiarazione dei redditi e per l'apposizione del visto di conformità da parte dei Centri di assistenza fiscale e dei professionisti abilitati.

Nello specifico del caso di 'mala burocrazia', l'associazione degli artigiani e delle Pmi spiega le dinamiche che hanno portato alla 'falla' fiscale: 'Ogni anno, prima della scadenza del pagamento delle imposte relative alla dichiarazione dei redditi, l'Agenzia delle Entrate comunica gli importi delle deduzioni forfetarie per le spese non documentate sostenute dai piccoli autotrasportatori'. Sono più di due milioni gli italiani che hanno trasmesso autonomamente la dichiarazione.

In merito alle scadenze per la presentazione della dichiarazione dei redditi precompilata online, quella del 24 luglio del 2017 riguarda la trasmissione al Fisco del modello 730, mentre per l'invio del modello di dichiarazione Redditi Pf ci sarà tempo fino e non oltre la data del 2 ottobre del 2017. Risultato che da solo supera quello raggiunto nel 2016. Saremmo, insomma, già intorno a quota 2,5 milioni di dichiarazioni potenziali.

In tutti i casi il contribuente ha il compito di verificare il puntuale rispetto degli adempimenti di competenza dell'intermediario, segnalando eventuali inadempienze all'ufficio competente dell'Agenzia delle Entrate e rivolgendosi eventualmente a un altro intermediario per presentare correttamente la dichiarazione e non incorrere nella violazione.

Accettare la dichiarazione precompilata senza apportare modifiche o fare modifiche che non variano il valore del reddito dichiarato e delle imposte da versare evita al contribuente il rischio di essere sottoposto a controlli documentali.

In base ai dati raccolti dal Fisco risulta, quindi, che sempre più contribuenti scelgono di gestire da soli l'appuntamento dichiarativo, aiutati soprattutto dalla presenza delle spese sanitarie nei modelli precompilati. Da Messenger su Facebook al sito web, passando per il telefono, chi dovesse incontrare qualche problema potrà chiedere aiuto.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.