Per un funzionario dell'antiterrorismo curdo al-Baghdadi è ancora vivo

Share

Per un funzionario dell'antiterrorismo curdo al-Baghdadi è ancora vivo

Continua il rimpallo di notizie sulla sorte di Abu Bakr al-Baghdadi.

Il designato, è nato nel 1982 nella regione di Masakan nella provincia costiera di Sousse. "Nel 2011 andò in Tunisia e poi partì per la Siria per partecipare alla guerra".

Conquistata la leadership del 'battaglione Ghoraba', divenne uno dei più importanti capi dell'Is in Siria.

Al-Baghdadi, il cui vero nome è Ibrahim Awad Ibrahim al-Badri, è apparso in pubblico a luglio 2014 per la prima volta, quando da una moschea della città di Mosul ha proclamato la creazione del "Califfato islamico" in Medio Oriente. Secondo al Arabiya, Tunisi sarebbe riuscito a "convincere alcuni dei suoi membri a disertare e a unirsi all'Isis". E la Libia, "specialmente l'insicuro Sud, garantisce un covo sicuro a ribelli e terroristi per operare in liberà, riorganizzarsi, reclutare e addestrare membri"; inoltre, facilita il "finanziamento attraverso il contrabbando di merci".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.