Nuoto, Mondiali: impresa del napoletano Sanzullo

Share

Nuoto, Mondiali: impresa del napoletano Sanzullo

E' l'argento di Mario Sanzullo nella 5 km di fondo la prima medaglia azzurra ai Mondiali di nuoto in corso a Budapest, in Ungheria. La prima delle due gioie odierne arriva proprio nella prima finale della rassegna iridata, e giunge da quel nuoto in acque libere che è ormai un'autentica certezza: è il Lago di Balaton il teatro della prima gioia azzurra, portata a casa da Mario Sanzullo, portacolori della 5km e autore di una gara di alto livello. Oro al francese Marc-Antoine Olivier in 54:31.40 sempre in controllo della gara anche di fronte al serrate finale dell'azzurro, argento all'italiano a 7 decimi, bronzo al britannico Timothy Shuttleworth a 10 " 70. Per la giovane atleta italiana della Canottieri Milano e Esercito si tratta di una medaglia importante visto che è già paragonata l'erede di Tania Cagnotto che due anni fa ai mondiali di Kazan conquistò la sua unica medaglia d'oro mondiale.

Non c'è solo Elena Bertocchi nella giornata dei tuffi, che vedevano l'Italia impegnata anche nel sincro misto dalla piattaforma 10m e nel sincro maschile dal trampolino da 3m: sono stati proprio Noemi Batki e Maicol Verzotto a inaugurare la giornata dei tuffi, con una buona finale in una gara dall'altissimo equilibrio, che ci condanna all'11° posto solo nell'ultimo tuffo. Non dovessi raggiungere il podio, preferirei comunque il quinto posto al quarto - racconta ironicamente Bertocchi - La cinese Chang Yani e' uscita; l'altra, Chen Yiwen, non mi sembra irraggiungibile. "Mi sono trovato fin da subito nelle posizioni di testa - ha dichiarato Sanzullo a fine gara - e ho cercato di non perdere contatto dai primi. Sono stato bravo a non perdere la scia del transalpino e a stringere i denti fino al traguardo: sono stato caparbio".

E così ringrazia i compagni Simone Ruffini e Federico Vanelli, con i quali da due anni si allena a Roma.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.